Come combattere la cellulite in tre mosse

Combattere la cellulite in tre mosse.

Purtroppo la cellulite colpisce gran parte della popolazione femminile dopo la pubertà, non è una malattia ma una normale condizione fisiologica. Colpisce molte donne non necessariamente in sovrappeso, può essere presente anche in donne magre, causata da ritenzione idrica e cattiva circolazione periferica.
Cosa possiamo fare per contrastare o prevenire l’odiosissima pelle a “buccia d’ arancia”?
Intanto vorrei precisare che ci sono diversi stadi in cui si manifesta:

-il primo è quello che diventa visibile solo quando si cammina o si stringe la pelle tra le mani;

-il secondo è quello sempre visibile, la pelle assume l’aspetto a buccia d’arancia e nello strato adiposo sottocutaneo vi è ristagno di liquidi dovuti a problemi di microcircolazione, si formano piccoli noduli;

-il terzo stadio è quello, con pelle a materasso e noduli più grossi, induriti e dolenti.

Le tre buone abitudini quotidiane per combattere la pelle a buccia d’arancia.

1. Non esiste una specifica dieta anticellulite, ma è essenziale ridurre il sale, i grassi saturi (formaggi, cibi fritti, insaccati ecc.) e lo zucchero. Incrementare il consumo di alimenti ricchi di fibre e antiossidanti, come verdura e frutta, preferire pasta e pane integrali, e naturalmente niente fumo e alcolici.
Cosce, fianchi, glutei e pancia sono le parti del corpo più interessate dalla ben nota pelle a “buccia d’arancia”.

2. E’ necessario praticare un’attività fisica che faciliti l’eliminazione dei liquidi attraverso il ritorno venoso e il sistema linfatico.

L’attività fisica di tipo aerobico aiuta a smaltire i chili di troppo e rinforzare i muscoli. Cerchiamo di andare in bici, correre almeno tre volte a settimana, fare esercizi con i pesi per far lavorare i muscoli dell’esterno coscia e tonificarli, molto utile fare posizioni yoga per riattivare la circolazione.

3. A casa, come trattamento beauty è fondamentale applicare una crema specifica anticellulite, rassodante, drenante e liporiducente.
La crema anticellulite rassodante Veressenze è stata creata proprio per questo: snellente, rassodante, drenante, elasticizzante, alleata per una pelle liscia e compatta. Solo con ingredienti naturali.
Oltre a usarla con costanza, è importante il massaggio per applicare la crema anticellulite: fare movimenti circolari lenti per stimolare la circolazione, può pizzicare dolcemente la pelle e può causare un passeggero arrossamento.

Due volte a settimana completare l’azione con un leggero scrub salino Veressenze (con olio di vite rossa, rosmarino, estratto di fucus e iperico, olio di argan) che aiuta a drenare e purificare la pelle.

Crema anticellulite rassodante

Sempre più uomini utilizzano i cosmetici, scopri quali.

La cosmesi per uomo non è più un tabù-

Ormai la cosmesi maschile non è più un tabù, ogni anno conquista milioni di uomini sempre più attenti alla bellezza e alla salute della propria pelle.

In Italia un quarto dei consumi legati alla cura della bellezza è legato a prodotti maschili e secondo Cosmetica Italia si parla di 2 miliardi di euro di ricavi.

Sicuramente i cosmetici più utilizzati dagli uomini sono i profumi e i deteregenti (bagnoschiuma, docciaschiuma, shampoo), i prodotti per la rasatura della barba e il fissaggio dei capelli, i deodoranti e i solari. Tuttavia, negli ultimi anni la popolazione maschile ha rivolto un’attenzione crescente nei confronti dei cosmetici funzionali come creme viso, gel e sieri antiage, contorno occhi, creme idratanti, nutrienti, rassodanti e prodotti depilatori.

Ogni uomo italiano dedica in media 16 minuti al giorno per la beauty routine, segno che il pubblico maschile è interessato a esibire un look curato ed elegante.

Questo spiega perché il settore della cosmesi maschile progredisca a un tasso di crescita annuo del 6,4%.

E’ vero che la cute dell’uomo è più resistente, elastica, to­nica e lubrificata se confrontata con quella della donna, ed è meno sensibile ai segni del tempo.

In ogni caso, sebbene sia più robusta e si “segni” più tardi, quando il processo di invecchiamento inizia è più veloce: lo spessore della pelle si riduce bruscamente tra i 30 e i 50 anni, le temute rughe compaiono più velocemente e sono più profonde, soprattutto in corrispondenza di fronte, contorno occhi e guance.

Consigli per mantenere la pelle del viso giovane e luminosa

Agevolare la rasatura: almeno una volta a settimana eliminare le cellule morte e pulire i pori con un prodotto esfoliante adatto (scrub viso o saponetta esfoliante), che prevenga non solo la formazione dei punti neri, ma anche di peli incarniti.

Idratare: dopo la rasatura è d’obbligo utilizzare creme o fluidi molto emollienti

(dopobarba biogel Veressenze con aloe vera, estratto malva)

Nutrire: applicare, specie sul viso, prodotti nutrienti, importanti per aiutare la pelle a ricostruire il film protettivo.

Contrastare le rughe: applicare quotidianamente una crema viso antiage (crema viso uomo Veressenze rivitalizzante) che aiuti a combattere i segni del tempo; per essere efficace deve essere utilizzate in modo costante.

E per chi non ha voglia di andare dall’estetista consiglio di fare comodamente a casa una maschera all’argilla che assorba le impurità e liberi i pori, per una pulizia della pelle più profonda.

Crema viso uomo anti età

Il biglietto da visita della nostra bellezza

Come curare le mani

Prendersi cura delle proprie mani è importante per mantenerle sempre belle e levigate.

Bisogna curarle sin dalla giovane età, senza aspettare che perdano tonicità o si secchino; fondamentale iniziare a idratarle il prima possibile, come si fa per la pelle del viso e del corpo.

Nella vita di tutti i giorni usiamo tantissimo le mani, per cucinare, lavorare, fare le faccende domestiche, prendere oggetti e questo comporta inevitabilmente una maggiore perdita di idratazione. Le mani sono un biglietto da visita, sempre in bella vista, ed è giusto dedicarle l’attenzione che meritano.

A me piace vedere le mie mani sempre ben curate e sane, dedico tutti i giorni un po’ di tempo per idratarle e ammorbidirle, e costantemente elimino i piccoli inestetismi come le screpolature, le pellicine intorno alle unghie o le piccole macchie.

Uno dei motivi di secchezza delle mani è la mancanza di nutrienti, per questo è fondamentale nutrire le nostre mani con una crema ricca di burri, oli e vitamine.

Per ritrovarmi con mani morbidissime al mattino, tengo sempre la mia crema mani Veressenze sul comodino così non dimentico di metterla prima di andare a dormire. Durante il riposo, infatti, le sostanze contenute nei prodotti favoriscono più agevolmente il ripristino del mantello idrolipidico della pelle, soprattutto grazie all’olio di oliva e al burro di karitè contenuti nella crema mani.

Mi rivolgo soprattutto alle donne, sapevate che molto spesso le mani sono in grado di rivelare l’età?

La crema mani Veressenze, ricca di principi attivi di origine naturale, come burro di karitè, olio di oliva, olio di avocado, estratto di camomilla e aloe vera, possiede preziose proprietà idratanti, nutrienti, emollienti e antiossidanti.

Quindi care donne e anche cari uomini, sul comodino e nella nostra borsetta non deve mai mancare la crema mani Veressenze.

Oltre a prevenire l’invecchiamento della pelle mantenendo elastici i tessuti delle mani, la protegge da disidratazione e screpolature provocate dagli agenti climatici.

Formula eco-bio dalla piacevole e invitante profumazione ne fa un prodotto adatto a tutta la famiglia.

Provare per credere!

Mantenere l’abbronzatura? Scopri come.

Al rientro dalle vacanze o alla fine dell’estate vorremmo che la nostra pelle continuasse ad avere la tintarella che ci siamo conquistati durante la bella stagione.

Niente paura, con astuzia e qualche accorgimento potremmo mantenere un colorito luminoso e bronze molto più a lungo.

Prima di tutto una dieta attenta che favorisca alimenti che contengono betacarotene, efficace per contrastare l’azione ossidante dei raggi ultravioletti.

Per chi non lo sapesse, il betacarotene è presente all’interno di frutti e ortaggi di colore giallo e arancione, quindi carote, pesche, melone, albicocche, ma anche pomodori, anguria e ciliegie. Preferire anche cibi ricchi di vitamina C, come fragole, kiwi, agrumi e verdure, aumenta le difese naturali della pelle, proteggendo i capillari e regolando la produzione di melanina.

E’ fondamentale idratare la pelle con una crema molto nutriente in modo da riparare l’epidermide dalla secchezza prodotta a livello più profondo dai raggi ultravioletti. Vi consiglio la crema corpo latte di mandorla Veressenze, nutritiva con aloe vera e olio di oliva. Naturalmente non dimenticare di utilizzare anche il bagnodoccia idratante Veressenze. Prima di idratare fare uno scrub, aumenta l’efficacia dell’idratazione.

Non è vero che l’esfoliazione porti via la tintarella, anzi al contrario, in quanto la melanina si forma in profondità. Lo scrub ha il merito di rimuovere cellule morte e impurità contrastando l’opacità del colorito, riportando in superficie un colorito luminoso e naturale. Importante fare tutto con delicatezza.

Quale scrub utilizzare?

Lo scrub salino drenante Veressenze, ecobio, unisce i benefici dell’esfoliazione ad una forte azione drenante grazie ai suoi numerosi principi attivi come olio di argan bio, vite rossa, estratto d’iperico, estratto di fucus, olio essenziale di limone, rosmarino e timo.
L’azione esfoliante dei microgranuli salini e degli estratti di limone rimuove a fondo le impurità e le cellule non più attive, stimola la circolazione in superficie lasciando la pelle splendente, setosa e levigata. L’azione drenante aiuta ad eliminare i liquidi in eccesso, contrasta i ristagni adiposi e favorisce l’ossigenazione della pelle rendendola morbida, liscia e compatta.
Dopo lo scrub, la pelle riacquista la sua naturale luminosità ed è pronta a ricevere la crema corpo idratante e nutriente.

Pochi accorgimenti per essere sempre belle al naturale!

Esposizione solare: tutto quello che devi sapere

Estate, esposizione al sole, fondamentale utilizzare le creme solari!

Siamo in piena estate, la stagione più amata!

Sole, mare, vacanze e tanta voglia di tintarella.

Può succedere, soprattutto nei giorni di caldo rovente, che l’esposizione al sole si trasformi in una scottatura: la pelle diventa talmente rossa da assumere sfumature quasi violastre.

Tutta colpa del sole e soprattutto dell’esposizione sconsiderata e scorretta. Infatti i raggi ultravioletti emessi dal sole possono trasformarsi in una vera e propria arma a doppio taglio.
Da un lato donano alla pelle quel piacevole colore ambrato, la tanto amata tintarella ma se non si fa attenzione, i rischi di eritemi e scottature sono dietro l’angolo.

È possibile avere una bella abbronzatura utilizzando le creme solari ad alta protezione?

Certo, perché un prodotto solare per quanto ad alta protezione, non può essere uno schermo totale ai raggi UV. Pertanto, la reazione fisiologica della pelle esposta al sole, cioè l’abbronzatura, si verifica comunque, anche se in modo più graduale.

Usare bene la crema solare è fondamentale per evitare eritemi e scottature e garantirsi un’abbronzatura perfetta, quindi vi consiglio di seguire queste semplici regole.

La crema va applicata almeno mezz’ora prima e durante l’esposizione al sole, ripetere l’operazione ogni due ore e soprattutto dopo ogni bagno e in caso di sudorazione abbondante.

Spalmate la crema sempre e comunque, ogni volta che vi esponete al sole anche se il cielo è coperto. Anche se siete sotto l’ombrellone ed è una brutta giornata, i raggi UV passano lo stesso attraverso le nuvole e il tessuto, colpendo la vostra pelle.

Per proteggere la pelle come si deve, dovete usare la crema in quantità sufficienti. Spalmate la crema in modo omogeneo finché non vedrete la pelle lucida e idratata.

Se vi state esponendo al sole per la prima volta, è meglio applicare la protezione più alta.
In ogni caso bisogna scegliere il fattore di protezione adatto al tipo di pelle.

Bisogna evitare l’esposizione al sole nelle ore più calde della giornata (12,00 – 16,00) in particolare per i più piccoli. Per quest’ ultimi utilizzare un fattore di protezione sempre alto.

Fondamentale proteggere la pelle del viso dai raggi UV quotidianamente, quindi è importante applicare la crema viso non soltanto durante lunghe esposizioni al sole in estate, ma soprattutto nel corso dell’anno, poichè la pelle è sempre minacciata dalle radiazioni UVA.

I raggi UVA presenti tutto l’anno, rappresentano circa il 95% delle radiazioni ultraviolette che arrivano sulla superficie terrestre, in grado di penetrare molto in profondità nella pelle, fino a raggiungere le cellule del derma, sono le principali cause della produzione dei radicali liberi e quindi fotoinvecchiamento, macchie, allergie e tumori della pelle.

Utilizzare la crema viso spf 50 quotidianamente è il segreto per mantenere la pelle giovane, luminosa e tonica.

L’elisir di giovinezza esiste

GLI EFFETTI MIRACOLOSI DELLA BAVA DI LUMACA

Da qualche anno i mucopolisaccaridi di lumaca hanno catturato l’attenzione di laboratori cosmetici e farmacie e vediamo scaffali di bioprofumerie e parafarmacie invase da creme e sieri con bava di lumaca.

Già oltre 2000 anni fa si sapeva che fosse un toccasana per la pelle , ma il vero boom avvenne intorno agli anni ’80 quando, in Cile, ci si rese conto che, coloro che maneggiavano questi animali destinati al mercato alimentare, avevano una pelle soffice; una rivelazione che suscitò l’interesse di studiosi e ricercatori di ogni dove che ne hanno analizzato e i miracolosi effetti.

Nella bava di lumaca ci sono elementi in grado di rigenerare la pelle, sostanze attive funzionali come allantoina, collagene, acido glicolico, elastina, vitamine, amminoacidi, proteine dall’azione nutritiva elasticizzante, antiossidante, esfoliante, purificante. Grazie alle sue diverse funzionalità contrasta la comparsa delle rughe e i segni del tempo, elasticizzando la pelle e rendendola più tonica e compatta.

L’ allantoina ha proprietà stimolanti della riepitelizzazione dei tessuti tramite la stimolazione della riproduzione cellulare, aiutando perciò anche il ricambio dei tessuti morti che vengono sostituiti da quelli giovani e vitali.

Inoltre il collagene e l’elastina, principi attivi fondamentali per mantenere in perfetta salute la nostra pelle.

Riassumendo gli effetti miracolosi della bava di lumaca (snail secretion filtrate) sono:

Antirughe e rigenerante: permette di rallentare il progressivo invecchiamento cutaneo, rendendo i tessuti più tonici ed elastici.

Effetto peeling e antimacchia: contiene acido glicolico, una sostanza che esfolia delicatamente lo strato superficiale della pelle e stimola la formazione di collagene, rendendo la pelle più luminosa. Riduce gli eccessi di melanina, andando così a ripristinare gradualmente il normale colore della pelle.

Purificante e antiacne: previene l’accumularsi di impurità e ne favorisce eliminazione grazie al contenuto di peptidi e acido glicolico, che funziona da astringente.

Antiossidante: ricca di vitamina C, che contrasta l’azione dei radicali liberi.

Idratante: essendo ricca di proteine, favorisce l’ossigenazione e l’idratazione dei tessuti.

E’ importante quando acquistiamo prodotti cosmetici eco-bio con bava di lumaca, informarci e assicurarci che la produzione di bava di lumaca (Snail Secretion Filtrate) sia totalmente realizzata in Italia, da aziende certificate e controllate dall’USL e sotto il controllo del veterinario responsabile. Scegliamo un ciclo di produzione interamente biologico e rispettoso dei ritmi naturali delle chiocciole che permetta di ottenere in modo etico un siero di altissima qualità dalle preziose qualità dermatologiche.

Mediante il metodo di stimolazione manuale e attento, le lumachine non vengono sottoposte a stress e non vengono maltrattate, ma allevate su terreno e all’aperto, senza coperture. Tutte le chiocciole vengono alimentate con i vegetali seminati, girasole, bietola e insalate varie, con l’aggiunta di mele, zucche e cavoli tutti prodotti in loco, non usando nessun tipo di concime chimico, né insetticidi o altri veleni.

Questo il segreto per ottenere un siero di altissima qualità di cui alcuni brands possono vantare nei numerosi prodotti cosmetici naturali.

I cosmetici con bava di lumaca 100% cruelty free e con ingredienti da agricoltura biologica, sono un rinomato elisir di bellezza per gli uomini e le donne di tutte le età.

Cosa sa spalmiamo sulla nostra pelle?

prodotti naturali e sicuri per la nostra pelle

Cosmetici e INCI

La nostra pelle assorbe tutto ciò che noi le offriamo, quindi è molto importante sapere cosa applichiamo sopra.
Come possiamo comprendere se il prodotto cosmetico che stiamo per acquistare presenta una composizione rispettosa dell’ambiente e della nostra pelle?

L’ INCI (Nomenclatura internazionale degli ingredienti cosmetici) ci permette di identificare e decifrare gli ingredienti presenti in un prodotto cosmetico, riportati sull’etichetta. Conoscere esattamente la composizione e le materie prime dei prodotti ad uso cosmetico che stiamo acquistando, ci aiuta a comprare in maniera consapevole, rispettando l’ambiente e scegliendo prodotti biologici, senza sostanze inquinanti e senza sostanze nocive per la nostra salute.

Le principali sostanze dannose da evitare, presenti nei prodotti cosmetici e nei detergenti persona sono:

SILICONI: inquinanti e capaci di creare una pellicola sulla pelle e nei capelli senza nutrire. Generalmente, il loro nome termina con –thicone, -one, -ane. Quelli che si possono trovare più frequentemente sono il dimethicone, l’amodimethicone, il cyclomethicone, il Cyclopentasiloxane (soprattutto nel make up), tutti quelli terminanti con –siloxane o –silanol e il quaternium-80.

PARABENI: Sono conservanti che possono dar luogo ad intolleranze e allergie, soprattutto alle pelli particolarmente sensibili. Si riconoscono con questi nomi: Methylparaben, Ethylparaben, Propylparaben, Isobutylparaben, Butylparaben, Benzylparaben, Isopropylparaben e Benzylparaben.

PETROLATI: il petrolato, o vaselina o gel di petrolio, è una gelatina ottenuta dal petrolio per raffinazione. Si ottiene dai residui della distillazione del petrolio rimasti dopo la totale evaporazione dell’olio. I cosmetici con petrolati creano una barriera tra l’ambiente esterno e la pelle. Sono agenti filmanti che danno una sensazione di levigatezza alla pelle, ma col tempo secchezza e disidratazione. I petrolati si riconoscono nell’INCI con questi nomi: Mineral Oil, Paraffinum Liquidum, Petrolatum, Propylene glycol, Isopropyl, Vaselina, Cera microcristallina.

SLS-SLES (Sodium Laureth Sulfate) EDTA, COCAMIDE DEA (diethanolamine), MEA (monoethanolamine) e TEA (triethanolamine),

MIPA laureth Sulfate: sono i tensioattivi che fanno la schiuma, sostanze presenti in moltissimi prodotti per la detersione e sono altamente sgrassanti, di conseguenza sono la causa di secchezza e sensibilità e possono essere cancerogene.

PEG-PPG: sono composti sintetici, molto inquinanti, di derivazione petrolifera, vengono inseriti nei cosmetici emulsionanti per mescolare l’acqua con le sostanze grasse/oleose che in natura non legano.

Una regola fondamentale da conoscere per quanto riguarda la lettura dell’INCI è relativa all’ordine stesso in cui gli ingredienti sono presentati in etichetta. Esso infatti non è per nulla casuale e prevede che gli ingredienti siano indicati uno dopo l’altro a partire dalla sostanza presente in quantità maggiore nel prodotto. Seguono tutti gli altri ingredienti, che vengono presentati in ordine decrescente.

Un altro punto importante riguarda il linguaggio utilizzato per denominare gli ingredienti. Quando le sostanze sono elencate in etichetta mantenendo il loro nome latino, significa che esse sono state inserite nella formulazione del prodotto tali e quali, senza subire modificazioni chimiche.

Rechiamoci sempre nella nostra bioprofumeria di fiducia per acquistare cosmetici e detergenti naturali, faremo un regalo gradito alla nostra pelle.