Il biglietto da visita della nostra bellezza

Come curare le mani

Prendersi cura delle proprie mani è importante per mantenerle sempre belle e levigate.

Bisogna curarle sin dalla giovane età, senza aspettare che perdano tonicità o si secchino; fondamentale iniziare a idratarle il prima possibile, come si fa per la pelle del viso e del corpo.

Nella vita di tutti i giorni usiamo tantissimo le mani, per cucinare, lavorare, fare le faccende domestiche, prendere oggetti e questo comporta inevitabilmente una maggiore perdita di idratazione. Le mani sono un biglietto da visita, sempre in bella vista, ed è giusto dedicarle l’attenzione che meritano.

A me piace vedere le mie mani sempre ben curate e sane, dedico tutti i giorni un po’ di tempo per idratarle e ammorbidirle, e costantemente elimino i piccoli inestetismi come le screpolature, le pellicine intorno alle unghie o le piccole macchie.

Uno dei motivi di secchezza delle mani è la mancanza di nutrienti, per questo è fondamentale nutrire le nostre mani con una crema ricca di burri, oli e vitamine.

Per ritrovarmi con mani morbidissime al mattino, tengo sempre la mia crema mani Veressenze sul comodino così non dimentico di metterla prima di andare a dormire. Durante il riposo, infatti, le sostanze contenute nei prodotti favoriscono più agevolmente il ripristino del mantello idrolipidico della pelle, soprattutto grazie all’olio di oliva e al burro di karitè contenuti nella crema mani.

Mi rivolgo soprattutto alle donne, sapevate che molto spesso le mani sono in grado di rivelare l’età?

La crema mani Veressenze, ricca di principi attivi di origine naturale, come burro di karitè, olio di oliva, olio di avocado, estratto di camomilla e aloe vera, possiede preziose proprietà idratanti, nutrienti, emollienti e antiossidanti.

Quindi care donne e anche cari uomini, sul comodino e nella nostra borsetta non deve mai mancare la crema mani Veressenze.

Oltre a prevenire l’invecchiamento della pelle mantenendo elastici i tessuti delle mani, la protegge da disidratazione e screpolature provocate dagli agenti climatici.

Formula eco-bio dalla piacevole e invitante profumazione ne fa un prodotto adatto a tutta la famiglia.

Provare per credere!

Profumi equivalenti: i numeri parlano chiaro.

Il successo dei profumi equivalenti

Chi di voi sceglie di indossare i profumi equivalenti?

Sicuramente in tantissimi, i numeri parlano chiaro.

Il mercato dei profumi equivalenti è sempre in maggiore crescita, ha conquistato uomini e donne di ogni fascia di età.

Anche i nasi più fini e intenditori di essenze sanno riconoscere una fragranza equivalente di alta qualità e scelgono di acquistarla, di indossarla o di regalarla.

Prima di tutto vorrei sottolineare che l’equivalenza non si ricollega al concetto di copia, le composizioni di note olfattive sono infatti realizzate in maniera originale e possono risultare talvolta più apprezzabili di quelle a cui, per comodità, ci si può riferire per identificarle e poterle confrontare. Naturalmente le differenze possono essere percepite in maniera più o meno evidente a seconda della sensibilità olfattiva e in base all’esperienza.

Il concetto di equivalenza si basa sulla possibilità di realizzare profumi originali ispirati alle sensazioni olfattive di prodotti famosi e quindi riconoscibili dai clienti. Solitamente, i cosiddetti profumi equivalenti sono contraddistinti da codici numerici. La riduzione al minimo delle spese pubblicitarie, la scelta di packaging non eccessivamente costosi, l’assenza di spese legate ai testimonial ed in generale la filosofia produttiva e distributiva focalizzata sul risparmio, rendono questi prodotti estremamente convenienti sia come prezzo che in rapporto alla qualità.

Tutti i profumi sono miscele di acqua, alcool ed essenze, i profumi equivalenti possono rimanere decisamente convenienti anche con percentuali di essenze olfattive molto elevate e scelte tra quelle di migliore qualità.

Io amo indossare i profumi equivalenti alla spina Veressenze, sono tutti eau de parfum con percentuali di essenze (naturali) oltre il 15% e persistenza particolarmente elevata ed apprezzata.

I profumi alla spina Veressenze sono di altissima qualità per fragranza, fissazione e persistenza, sono realizzati con le migliori essenze francesi di Grasse e sono offerti al pubblico ad un prezzo competitivo. Il sistema di vendita alla spina, infatti, riduce le spese di trasporto e imbottigliamento, eliminando i costi inutili come il packaging e la pubblicità che pesano invece sui prodotti “di marca”.

Quando indosso un profumo per me è importante soltanto l’essenza!

Quello che non sapete sui profumi d’autunno

Con l’arrivo dell’autunno, anche gli spazi domestici hanno bisogno di “cambiare aria”. Le fragranze per l’ambiente sono musica per l’atmosfera casalinga, respirare l’aroma preferito è come un abbraccio che ci accoglie non appena apriamo la porta di casa. La fragranza ambiente è come un’amica di famiglia, soprattutto per chi trascorre gran parte del tempo della giornata in spazi chiusi. Che si tratti di piccole stanze o sale sconfinate, non importa, tra chi abita un ambiente e la propria fragranza di casa può instaurarsi un vero e proprio rapporto di convivenza. Profumare casa, ufficio, scuole con le essenze della natura per ritrovare una dimensione di benessere, concilia corpo e mente e aiuta a vivere meglio i rapporti familiari e sociali.

Diffondiamo nelle nostre stanze un aroma caratteristico tipico della stagione autunnale, sarà il nostro personale benvenuto a coloro che ci faranno visita.

L’autunno porta con sé una rivoluzione di colori e profumi, ben diversi da quelli delle stagioni precedenti, e all’interno della casa, sentiamo il bisogno di cambiare le profumazioni, sentiamo il bisogno di un vero e proprio “cambio olfattivo di stagione”.

Quando torno a casa, dopo una giornata di lavoro, in questo periodo amo rilassarmi con note di lavanda e vaniglia, prima di andare a dormire accendo sempre una profumata candela in cera vegetale “Veressenze Relax” (fior di cotone, giacinto, mughetto), non ne posso fare a meno.

Le essenze da preferire in autunno sono sicuramente calde e avvolgenti, che emanino un aroma unico e trasformino l’ambiente in cui viviamo in un luogo pieno di armonia, classe e raffinatezza.

Vi consiglio delle fragranze Veressenze per il vostro arredo olfattivo in questa stagione autunnale:

Arancia e cannella: frizzante e afrodisiaca

Lavanda: rilassante e armonizzante

Legno e tabacco: calda e carismatica

Legno di cedro e vetiver: calda e sensuale

Menta: stimolante e purificante

Patchouli: frizzante a afrodisiaca

Thè verde: antistress e purificante

Vaniglia: dolce e avvolgente