Fiorisce una pianta apprezzata in tutto il mondo

Lavanda, il fiore prodigioso dalle mille applicazioni.

INIZIA IL PERIODO DELLA FIORITURA DELLA LAVANDA, PIANTA APPREZZATA IN TUTTO IL MONDO.

Sapete qual è il fiore più amato dai maestri profumieri e saponieri?

Sicuramente il fiore di lavanda, pianta dal profumo incomparabile, coltivata con passione da uomini e donne, conosciuta in tutto il mondo per i suoi paesaggi unici, per le sue proprietà e per i suoi benefici.

Proprio in questo periodo comincia la fioritura della lavanda, e continuerà fino ad agosto avanzato, a seconda della varietà di pianta, del clima, altitudine e latitudine.

Se si parla di fioritura della lavanda non possiamo non parlare della Provenza, dove assistere a questo spettacolo della natura è uno di quegli eventi da concedersi almeno una volta nella propria carriera di viaggiatori, per poter apprezzare i colori, gli odori e l’atmosfera eccezionale che pervade questo angolo della Francia meridionale.

Proprio tra fine giugno e fine luglio, percorrendo la bassa Provenza, fino a Grasse, “capitale mondiale dei profumi”, ci troveremo immersi in un paesaggio unico e straordinario: enormi distese di fiori viola, il ronzio delle api e un profumo inebriante. In questo periodo avviene la massima fioritura della Lavanda, il momento migliore per visitare la bellissima città francese e lasciarsi sedurre da un patrimonio naturale meraviglioso per un’esperienza speciale.

I fiori sprigionano il loro profumo e si ricoprono letteralmente di api. Il miele di lavanda è famoso e venduto ovunque. L’itinerario della lavanda si tiene in tutta la Provenza, uno dei più famosi è proprio “La strada della lavanda” dalle Prealpi ai paesaggi di Grasse, alla scoperta di un territorio straordinario e incontri sensazionali. La terza domenica di luglio, si svolge ogni anno la Festa della Lavanda, durante la quale le donne del villaggio indossano gli abiti tradizionali delle lavandaie e ovunque vengono distribuiti mazzolini profumati e proposti prodotti tipici. Mostre fotografiche, una funzione in chiesa ed esposizioni di antichi utensili raccontano ai turisti la storia e gli usi della lavanda in Provenza. Un evento imperdibile!

Noi amanti dei profumi e delle essenze non possiamo fare a meno di utilizzare i profumi alla lavanda, respirando una fragranza fresca e rilassante, donando armonia ed equilibrio all’ambiente e facendo riposare i sensi.

Inoltre consiglio di non farci mai mancare l’olio essenziale alla lavanda puro e naturale al 100% la cui vibrazione intima e rassicurante aiuta soprattutto in caso di ansia, agitazione, nervosismo, stress e insonnia.

Un olio essenziale dalle molteplici proprietà e benefici: contro i dolori muscolari, mal di testa, acne, forfora, tagli e ferite, punture d’insetti e bruciature. L’olio dalle mille virtù!

L’elisir di giovinezza esiste

GLI EFFETTI MIRACOLOSI DELLA BAVA DI LUMACA

Da qualche anno i mucopolisaccaridi di lumaca hanno catturato l’attenzione di laboratori cosmetici e farmacie e vediamo scaffali di bioprofumerie e parafarmacie invase da creme e sieri con bava di lumaca.

Già oltre 2000 anni fa si sapeva che fosse un toccasana per la pelle , ma il vero boom avvenne intorno agli anni ’80 quando, in Cile, ci si rese conto che, coloro che maneggiavano questi animali destinati al mercato alimentare, avevano una pelle soffice; una rivelazione che suscitò l’interesse di studiosi e ricercatori di ogni dove che ne hanno analizzato e i miracolosi effetti.

Nella bava di lumaca ci sono elementi in grado di rigenerare la pelle, sostanze attive funzionali come allantoina, collagene, acido glicolico, elastina, vitamine, amminoacidi, proteine dall’azione nutritiva elasticizzante, antiossidante, esfoliante, purificante. Grazie alle sue diverse funzionalità contrasta la comparsa delle rughe e i segni del tempo, elasticizzando la pelle e rendendola più tonica e compatta.

L’ allantoina ha proprietà stimolanti della riepitelizzazione dei tessuti tramite la stimolazione della riproduzione cellulare, aiutando perciò anche il ricambio dei tessuti morti che vengono sostituiti da quelli giovani e vitali.

Inoltre il collagene e l’elastina, principi attivi fondamentali per mantenere in perfetta salute la nostra pelle.

Riassumendo gli effetti miracolosi della bava di lumaca (snail secretion filtrate) sono:

Antirughe e rigenerante: permette di rallentare il progressivo invecchiamento cutaneo, rendendo i tessuti più tonici ed elastici.

Effetto peeling e antimacchia: contiene acido glicolico, una sostanza che esfolia delicatamente lo strato superficiale della pelle e stimola la formazione di collagene, rendendo la pelle più luminosa. Riduce gli eccessi di melanina, andando così a ripristinare gradualmente il normale colore della pelle.

Purificante e antiacne: previene l’accumularsi di impurità e ne favorisce eliminazione grazie al contenuto di peptidi e acido glicolico, che funziona da astringente.

Antiossidante: ricca di vitamina C, che contrasta l’azione dei radicali liberi.

Idratante: essendo ricca di proteine, favorisce l’ossigenazione e l’idratazione dei tessuti.

E’ importante quando acquistiamo prodotti cosmetici eco-bio con bava di lumaca, informarci e assicurarci che la produzione di bava di lumaca (Snail Secretion Filtrate) sia totalmente realizzata in Italia, da aziende certificate e controllate dall’USL e sotto il controllo del veterinario responsabile. Scegliamo un ciclo di produzione interamente biologico e rispettoso dei ritmi naturali delle chiocciole che permetta di ottenere in modo etico un siero di altissima qualità dalle preziose qualità dermatologiche.

Mediante il metodo di stimolazione manuale e attento, le lumachine non vengono sottoposte a stress e non vengono maltrattate, ma allevate su terreno e all’aperto, senza coperture. Tutte le chiocciole vengono alimentate con i vegetali seminati, girasole, bietola e insalate varie, con l’aggiunta di mele, zucche e cavoli tutti prodotti in loco, non usando nessun tipo di concime chimico, né insetticidi o altri veleni.

Questo il segreto per ottenere un siero di altissima qualità di cui alcuni brands possono vantare nei numerosi prodotti cosmetici naturali.

I cosmetici con bava di lumaca 100% cruelty free e con ingredienti da agricoltura biologica, sono un rinomato elisir di bellezza per gli uomini e le donne di tutte le età.

Cosa sa spalmiamo sulla nostra pelle?

prodotti naturali e sicuri per la nostra pelle

Cosmetici e INCI

La nostra pelle assorbe tutto ciò che noi le offriamo, quindi è molto importante sapere cosa applichiamo sopra.
Come possiamo comprendere se il prodotto cosmetico che stiamo per acquistare presenta una composizione rispettosa dell’ambiente e della nostra pelle?

L’ INCI (Nomenclatura internazionale degli ingredienti cosmetici) ci permette di identificare e decifrare gli ingredienti presenti in un prodotto cosmetico, riportati sull’etichetta. Conoscere esattamente la composizione e le materie prime dei prodotti ad uso cosmetico che stiamo acquistando, ci aiuta a comprare in maniera consapevole, rispettando l’ambiente e scegliendo prodotti biologici, senza sostanze inquinanti e senza sostanze nocive per la nostra salute.

Le principali sostanze dannose da evitare, presenti nei prodotti cosmetici e nei detergenti persona sono:

SILICONI: inquinanti e capaci di creare una pellicola sulla pelle e nei capelli senza nutrire. Generalmente, il loro nome termina con –thicone, -one, -ane. Quelli che si possono trovare più frequentemente sono il dimethicone, l’amodimethicone, il cyclomethicone, il Cyclopentasiloxane (soprattutto nel make up), tutti quelli terminanti con –siloxane o –silanol e il quaternium-80.

PARABENI: Sono conservanti che possono dar luogo ad intolleranze e allergie, soprattutto alle pelli particolarmente sensibili. Si riconoscono con questi nomi: Methylparaben, Ethylparaben, Propylparaben, Isobutylparaben, Butylparaben, Benzylparaben, Isopropylparaben e Benzylparaben.

PETROLATI: il petrolato, o vaselina o gel di petrolio, è una gelatina ottenuta dal petrolio per raffinazione. Si ottiene dai residui della distillazione del petrolio rimasti dopo la totale evaporazione dell’olio. I cosmetici con petrolati creano una barriera tra l’ambiente esterno e la pelle. Sono agenti filmanti che danno una sensazione di levigatezza alla pelle, ma col tempo secchezza e disidratazione. I petrolati si riconoscono nell’INCI con questi nomi: Mineral Oil, Paraffinum Liquidum, Petrolatum, Propylene glycol, Isopropyl, Vaselina, Cera microcristallina.

SLS-SLES (Sodium Laureth Sulfate) EDTA, COCAMIDE DEA (diethanolamine), MEA (monoethanolamine) e TEA (triethanolamine),

MIPA laureth Sulfate: sono i tensioattivi che fanno la schiuma, sostanze presenti in moltissimi prodotti per la detersione e sono altamente sgrassanti, di conseguenza sono la causa di secchezza e sensibilità e possono essere cancerogene.

PEG-PPG: sono composti sintetici, molto inquinanti, di derivazione petrolifera, vengono inseriti nei cosmetici emulsionanti per mescolare l’acqua con le sostanze grasse/oleose che in natura non legano.

Una regola fondamentale da conoscere per quanto riguarda la lettura dell’INCI è relativa all’ordine stesso in cui gli ingredienti sono presentati in etichetta. Esso infatti non è per nulla casuale e prevede che gli ingredienti siano indicati uno dopo l’altro a partire dalla sostanza presente in quantità maggiore nel prodotto. Seguono tutti gli altri ingredienti, che vengono presentati in ordine decrescente.

Un altro punto importante riguarda il linguaggio utilizzato per denominare gli ingredienti. Quando le sostanze sono elencate in etichetta mantenendo il loro nome latino, significa che esse sono state inserite nella formulazione del prodotto tali e quali, senza subire modificazioni chimiche.

Rechiamoci sempre nella nostra bioprofumeria di fiducia per acquistare cosmetici e detergenti naturali, faremo un regalo gradito alla nostra pelle.

Che profumo indossiamo in estate?

Sostituire la solita fragranza con note più leggere. Con il caldo e l'umidità la percezione cambia rispetto ai mesi invernali. Scegliamo una fragranza che sia come una carezza sulla pelle, energizzante e rinfrescante.

L’estate è la stagione in cui sicuramente preferiamo indossare fragranze più fresche e leggere che ci aiutino ad affrontare la calura tipica del periodo con la giusta dose di energia.

L’olfatto con l’arrivo del caldo predilige ciò che è delicato, soffice e fresco. È giusto, quindi, sostituire la solita fragranza con note più leggere, acquatiche e verdi poiché il caldo e l’umidità intensificano già il profumo che indossiamo, la percezione cambia rispetto ai mesi invernali.

Noi che non possiamo fare a meno del profumo, desideriamo una fragranza che sia come una carezza sulla pelle, energizzante e rinfrescante.

I profumi più indicati per lei sono sicuramente i floreali-fruttati con note fresche di gelsomino, fiori d’arancio, limone, bergamotto con pesca e rosa; per lui note acquatiche o aromatiche, fragranze vibranti e decise che uniscono alle essenze agrumate, note verdi e legni preziosi.

Un consiglio che voglio darvi è di nebulizzare sempre il profumo dal basso verso l’alto. La fragranza tende a salire quando viene riscaldata, quindi soprattutto nella stagione calda è consigliabile spruzzare sulle parti basse del corpo o sull’orlo dei vestiti in modo da diffondere delicatamente l’essenza mentre si cammina.

Inoltre evitate di vaporizzare il profumo nelle zone del corpo più soggette a sudorazione.

Fatevi avvolgere dal vostro profumo preferito ricordando sempre di non esagerare soprattutto prima di recarvi in spiaggia.